Nov30

Kristi Po e il suo mondo virtuale.

Kristi Po, dopo la piacevole esperienza ad agosto, ritorna allo SmArt Hotel Bartolini con una sua esposizione che prende in rassegna una delle sue collezioni: il mondo virtuale. Chi vuole confrontarsi con questa giovanissima artista russa, che vive e studia qui in Toscana potrà venire allo SmArt Hotel Bartolini fino a gennaio 2020.

Poliedrica artista d’origine russa, Kristina Poplitskaya, nata a Mosca, vive in Toscana ed è seguita da Cinephotoart. In Italia esprime la sua vena artistica tramite l’espressione pittorica ma anche con la scrittura.

I suo quadri, quasi murales su tela, sono “ideogrammi” moderni ed astratti che evidenziano anche il suo amore per gli animali e la contemporaneità.

Vegana convinta ed animalista coglie, con le sue opere su tela, una potenza descrittiva della natura inserita in sfondi a volte neutri che esaltano il perimetro delle sue forme e delle sue “macchie”. I suoi personaggi sono immersi in una realtà virtuale che li estranea dalla loro dimensione presente e li espone in atteggiamenti surreali, come se vivessero al di fuori dello spazio e del tempo. Una danza costante, una musica circonda i suoi interpreti che oniricamente danzano cercando una vita al di fuori dell’arte di Kristina Po.

Percorso formativo:

  • 2012 – 2018 Cinema Città , Ekaterinburg.
  • 2012 – 2017 Istituto professionale Accademia delle Arti San Pietroburgo (diploma abilità nella pittura).
  • 2011 – 2012 Corso accademico di arte e lingua italiana in Michelangelo Institute,
  • Firenze per conseguire livello A2 nella lingua italiana e acquisire tutte le tecniche
  • pittoriche.
  • 2004 – 2010 Instituto professionale Scuola di cinema e drammaturgia. Sverdlovsk Film Studio Ekaterinburg – Scuola per modella “Caramel” – Collegio Foreign Languages di Mosca
Set07

Innovation Art Design
&
Antonella De Pascale
07/09/19 – 05/10/19

IAD è una nuova forma di Galleria d’Arte che si pone al di fuori delle attuali logiche commerciali e mercantili. Probabilmente la definizione che meglio s’attaglia a questo nuovo progetto è quella di presentarsi come un Laboratorio sui generis che mette a disposizione i suoi artisti per dar vita ad una nuova forma di arredo design artistico, realizzando opere esclusive per ogni tipo di ambiente o spazio. Il progetto di IAD porta una doppia firma: nasce infatti da un’intuizione artistica di Fabio Rizzo, fotografo e dottore in filosofia e Fabio Valente, esperto di pubblicità digitale, con un passato di ruoli apicali svolti nel mondo internet (i portali Rai.it, Virgilio e Leonardo.it) e un presente di artista informale con opere esposte nella galleria d’arte Lambretto Factory di Milano.

L’idea di IAD nasce da un mix di creatività e gioco – spiega Fabio Valente – con il mio amico Fabio abbiamo fatto delle prove per fotografare i particolari più rilevanti di alcune delle mie opere. Ho cercato nei miei quadri i dettagli che davano loro forza, quindi li abbiamo fotografati e stampati su materiali che ne esaltassero le qualità: la vitalità dei colori, la composizione e l’armonia delle forme.


Antonella Iris De Pascal
e

Il risultato ci ha colpito per impatto e originalità. I dettagli estrapolati dal loro contesto pittorico sono diventati opere autonome dotate di grande forza espressiva, spesso inaspettata. L’opera realizzata attraverso questo processo, divenuta altra, non compete con l’originale su tela, ma ne veicola un richiamo e offre la possibilità all’opera “madre” di germinare in molteplici esemplari di pari qualità estetica. Da qui è nato il progetto di creare un processo virtuoso che permettesse ad artisti contemporanei ed emergenti di vivere della propria arte e di farla circolare al di fuori dei canali tradizionali”.

Presso lo SmArt Hotel Bartolini all’interno di questo innovativo percorso artistico espone la creativa Antonella Iris De Pascale che propone un arte di concettuale creando opere oniriche originali.

Antonella Iris De Pascale nata a Firenze, è vissuta in un ambiente culturale impregnato dalla musica di nicchia e dall‘arte, dove il fare arte era sempre collegato a fare cultura.
Si avvicina giovanissima alla pittura iniziando a sperimentare passando da generi informali a generi surreali. Raggiunge la sua maturità artistica nel 2015 che e’ andata di pari passo con la crescita personale. Ora propone un tipo d’arte di genere concettuale creando un fil rouge obbligatorio con l’osservatore per condurlo dove l’artista vuole.

Presso lo SmArt Hotel Bartolini per tutto il mese di Settembre sarà possibile ammirare l’attività creativa del progetto Iad di Antonella Iris De Pascale, affianco all’opera pittorica ispiratrice del pannello di art design. Diventa, pertanto , questa esposizione un modo informale per verificare il connubio tra arte ed arredamento.

Ago10

Erica Lavorini
esposizione personale
dal 4/08/19 al 07/09/19

“Nata in toscana l’11 Settembre 1977, vivo e lavoro a Montecatini Terme. Fin da piccolissima le mie doti artistiche sono state chiare: disegno, pittura, scultura, musica mi hanno accompagnata nella crescita. A 14 anni sono entrata in bottega d’arte “vecchia maniera” per iniziare con entusiasmo la mia lunga gavetta e dove ho avuto la fortuna di incontrare artisti di prestigio che mi hanno regalato tantissimo della loro conoscenza. Ho conseguito il diploma di maturità artistica visivo-ambientale a Lucca, e la qualifica della Regione Toscana come addetto al restauro di dipinti e sculture lignee presso l’Istituto Palazzo Spinelli a Firenze. “

“Ho iniziato da subito a lavorare per importanti studi fiorentini e poi presso il laboratorio di restauro all’interno del museo di Villa Guinigi a Lucca. Avendo la possibilità di entrare a diretto contatto con opere di grandissima importanza, ho potuto raffinare le mie capacità tecniche e ampliare la mia formazione verso la pittura su tavola e carta, scultura lignea e terracotta. Grazie alla generosità di eccellenti artigiani e professionisti con cui ho lavorato, le mie conoscenze e capacità tecniche sono maturate molto, tanto da permettermi di vivere come artigiana d’arte e restauro fino al 2007.
Nel 2017 dopo una lunga pausa dovuta a circostanze familiari, ho ritrovato la scintilla per ridestare la mia natura artistica e provare a darmi una seconda possibilità. Sono da sempre appassionata ritrattista, paesaggista en plan air e attratta dal disegno figurativo. Negli anni ho messo a punto tecniche pittoriche sperimentali, anche attraverso la creazione in autonomia dei colori e trattando personalmente i supporti con varie tecniche. Amo spaziare con curiosità dalle tecniche pittoriche più antiche come pigmento e uovo o affresco, doratura, olio e acquarello fino alle più moderne come smalto e acrilico. Vale lo stesso anche nel disegno dove vario dal lapis, alla romantica piuma d’oca, arrivando alla penna biro. Recentemente, oltre ad aver ripreso la pratica artistica dell’intaglio del legno, ho iniziato a sperimentare, con grande soddisfazione, anche nuove vie espressive per me come la scultura in creta e la decorazione in carta intagliata.

Esprimo il mio estro in molteplici direzioni anche contemporaneamente, la mia espressività è infatti caratterizzata da uno stile eclettico e molto variabile, che esplora tecniche e linguaggi talvolta lontani tra loro “

Lug05

I quadri di Kristi Po dal 6 luglio al 3 di agosto allo SmArt Hotel Bartolini

Poliedrica artista d’origine russa, Kristina Poplitskaya, nata a Mosca, vive in Toscana ed è seguita da Cinephotoart. Qui esprime la sua vena artistica tramite l’espressione pittorica ma anche con la scrittura. Con il nome artistico di KristiPo è presente con una sua personale pittorica presso lo SmArt Hotel Bartolini a Montecatini Terme dal 6 luglio 2019 al 3 di agosto. I suo quadri, quasi murales su tela, sono “graffi” moderni ed astratti che evidenziano anche il suo amore per gli animali e la contemporaneità

Vegana convinta ed animalista coglie, con le sue macchie su tela, una potenza descrittiva della natura inserita in sfondi a volte neutri ma sempre pastosi di colore che esaltano il perimetro delle sue forme. I suoi personaggi sono immersi in una realtà virtuale che li estranea dalla loro dimensione presente e li espone in atteggiamenti surreali, come se vivessero al di fuori dello spazio e del tempo. Una danza costante, una musica circonda i suoi interpreti che oniricamente danzano cercando una vita al di fuori dell’arte di Kristina Po. .

KROSTIPO allo SmArt Hotel Bartolini

Per un mese Kristina Poplitskaya sarà presente a Montecatini Terme nello spazio artistico dello SmArt Hotel Bartolini per una visione degli ospiti dell’albergo e di tutti coloro che vogliono confrontarsi con questa giovane artista.

Percorso formativo di Kristina Popelitskaya

  • 2012 – 2018 Cinema Città , Ekaterinburg.
  • 2012 – 2017 Istituto professionale Accademia delle Arti San Pietroburgo (diploma abilità nella pittura).
  • 2011 – 2012 Corso accademico di arte e lingua italiana in Michelangelo Institute,
  • Firenze per conseguire livello A2 nella lingua italiana e acquisire tutte le tecniche
  • pittoriche.
  • 2004 – 2010 Instituto professionale Scuola di cinema e drammaturgia. Sverdlovsk Film Studio Ekaterinburg – Scuola per modella “Caramel” – Collegio Foreign Languages di Mosca
Giu08

Personale di Samanta Dolcetto: 09/06/2019 – 05/07/2019

Samanta Dolcetto, artista veneta adottata da molti anni da Firenze, si è diplomata in pittura e arti multimediali all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Ha lavorato per diversi anni come assistente scenografa e in seguito ha intrapreso un nuovo percorso nella decorazione d’interni presso Farrow and Ball.
Fino a collaborare nella moda eseguendo decorazioni a mano su tessuti.
Oggi presenta un nuovo lavoro artistico …

“Colors of Woman” @ SmArt Hotel Bartolini

Presso lo SmAt Hotel Bartolini a Montecatini Terme, Samanta Dolcetto presenta un’ omaggio ad una serie di personaggi del cinema internazionale, donne forti in grado di affrontare qualsiasi situazione reale o immaginaria.

In questo percorso visivo i volti diventano mezzo d’espressione, lo spirito è in rapporto con essi, è come una cerniera tra vissuto psichico e interiorità. In questo immaginario contemporaneo essi scompaiono e un’attività li incide e li modifica. Diventano contenitori di sensi, si trasformano in uno strumento di sperimentazione artistica.
Il colore molto diluito crea solo velature di base ed ombre. Attraverso l’uso dell’inchiostro si crea una scrittura, un racconto del vissuto, un mondo segreto, personale, che si svela scrivendo linee e colori…

WhatsApp WhatsApp