Pistoia Capitale della Cultura 2017

« Ahi Pistoia, Pistoia, ché non stanzi d’incenerarti sì che più non duri, poi che ‘n mal fare il seme tuo avanzi? » (vv. 10-13)

CapitaleItalianaCultura2017Dante Alighieri l’avrebbe voluta ridotta in cenere. E nell’Inferno la descriveva come un covo di briganti elevando a paradigma dei suoi cittadini il sacrilego predone Vanni Fucci (che però proprio il suo Comune d’origine condannò per omicidio e furto).

Ben altra fama ha oggi Pistoia: nel 2017 sarà la capitale italiana della cultura.

Sarà, quindi, Pistoia Capitale della Cultura nel 2017; ma è anche bellissima da vedere oggi!

Lo SmArt Hotel Bartolini, nel cuore di Montecatini Terme, è vicinissimo a Pistoia, raggiungibile in treno o in auto. Dal nostro albergo la visita a Pistoia Capitale della Cultura, sarà comoda, bella e piena di significato, dando la possibilità di visitare tutta la Toscana, immergendosi nel benessere termale.

 

La città di Pistoia e l’intero territorio di prossimità sono legati ai nomi di Pinocchio e di Leonardo da Vinci. Pistoia Capitale della Cultura trova in questi illustri “personaggi” un ulteriore fascino!

Vi sono, quindi, vari e diversi buoni motivi per visitare Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017  soggiornando presso lo SmArt Hotel Bartolini .

Pistoia Capitale della Cultura 2017: una città da scoprire attraverso le sue bellezze. Non è, quindi, complesso far capire come mai questa città meriti il riconoscimento che le è stato attribuito(liberamente tratto da NartuArt) .

Pistoia, infatti, non è la capitale della fretta. La stessa lentezza è qui cultura; la lentezza insieme alla profondità.

Le ragioni della nomina affondano le radici nel passato. Basta percorrere Via degli Orafi, affacciandosi sulla Piazza del Duomo, si resta stupiti di fronte a questa piazza e per capire le motivazioni di questo riconoscimento. Pistoia è sempre stata una città della cultura: i secoli si ripercorrono camminando nelle sue strade, attraversando la Sala (longobarda), alzando gli occhi per ammirare il Fregio dello Spedale del Ceppo (il fregio in terracotta invetriata del Cinquecento, recentemente restaurato), entrando nelle chiese del centro, guardando la fiancata in marmo bianco e verde di San Giovanni Fuorcivitas. Ma con le sue biblioteche, i suoi eventi, la sua modernità reste e si è articolata sempre tenendo presente che la cultura è parte del suo essere. Lo stesso territorio, con i suoi silenzi, le sue colline ne hanno fatto e ne fanno un luogo ideale per la cultura.

Pistoia non è solamente città di Medioevo, sviluppata sul culto della reliquia di San Jacopo da Compostela; ma è anche terra di artisti contemporanei che hanno lasciato traccia visibile delle loro opere. La straordinarie figura di Marino Marini è di Iorio Vivarelli sono un esempio emblematico; poi la bellezza di Palazzo Fabroni, museo delle arti visive contemporanee, e le opere che adornano la città sono testimonianza di come l’arte sia bellezza
Inoltre intorno a Pistoia si trovano borghi, pievi e castelli fortificati, oltre ad una delle maggiori collezioni di land-art del mondo (Fattoria di Celle).

A Pistoia c’è inoltre uno dei più belli Zoo italiani, la cui visita è consigliata non solo ai bambini.
Chi ama la musica trova a Pistoia un appuntamento da non perdere: il celebre Festival Blues che si svolge nella piazza del Duomo e che ogni estate a Luglio richiama star del calibro di John Mayall, B. B. King e Bob Dylan. Mentre chi preferisce le tradizioni toscane, a luglio, può fermarsi a seguire la Giostra dell’Orso, che ripropone i fasti di un torneo medievale in costume.
La visita al centro di Pistoia è un momento imperdibile per coloro che vogliono vivere la Toscana più autentica

Scopri Pistoia Capitale della Cultura 2017, oggi e domani …

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on TumblrShare on Google+